Ho il piacere di presentarvi sua maestà il Pan di Spagna, una delle ricette basi più versatili del mondo della pasticceria, ma buonissimo anche gustato con solo una spolverata di zucchero a velo. In questa occasione l’avevo preparato come base per la mia torta di compleanno che poi ho farcito con con crema chantilly e fragole 🙂 

La ricetta che vi lascio è tratta dai miei appunti di scuola e spero sia di vostro gradimento!

 

Pan di Spagna Classico

Ingredienti per uno stampo da 24-26 cm di diametro:

  • 100 g. di farina 00.
  • 150 g. di zucchero.
  • 50 g. di fecola di patate.
  • 5 uova medie.
  • la scorza grattugiata di un limone e/o una bustina di vanillina.
  • Un pizzico di sale.

Procedimento:

  1.  Versare in una ciotola le uova intere con lo zucchero e il sale e mescolare con la frusta elettrica fino a quando il composto sarà tendente al bianco e piuttosto gonfio. L’impasto sarà ben montato e quindi pronto, quando sollevate le fruste, la pasta “scrive”, cioè lascia un filo di composto in superficie senza affondare subito.
  2. Versare a pioggia le farine e (se vi piace) una bustina di vanillina sull’impasto con un setaccio, mescolandole delicatamente fino al completo assorbimento con movimento regolare e continuo dal basso verso l’alto per evitare di sgonfiare il composto.
  3. Aggiungete la scorza di limone grattugiata (mi raccomando scegliete un limone preferibilmente da agricoltura biologica o con la buccia edibile).
  4. Versate il composto in uno stampo imburrato e infarinato e cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 25 minuti.
  5. Fate sempre la prova dello stecchino prima di sfornarlo! Non tutti i forni cuociono allo stesso modo!
  6. Una volta sfornato attendete qualche minuto per rovesciarlo su una gratella per poter raffreddare  rapidamente su entrambi i lati.

Suggerimenti:

Il Pan di Spagna come avrete potuto notare non ha il lievito chimico fra i suoi ingredienti, motivo per il quale bisogna montare a lungo uova e zucchero: la loro perfetta lavorazione è infatti basilare per il buon esito del dolce; in questa fase, infatti, le uova incorporano l’aria destinata a fare lievitare la pasta durante la cottura, rendendola soffice e spugnosa. Qualcuno preferisce montare separatamente tuorli e albumi, ma non ne vale la pena se si lavora con le fruste elettriche o la planetaria.

Se volete assicurarvi una buona lievitazione del composto durante la cottura, vi raccomando di preparare in anticipo lo stampo imburrato e infarinato e preriscaldare il forno in modo da non lasciare troppo tempo l’impasto all’aria (perché si sgonfia).

L’ultima raccomandazione importantissima: non aprite il forno nei primi 15 minuti di cottura!!! Se lo farete vedrete il pan di spagna sgonfiarsi tragicamente!!!

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.