Fra tutte le preparazioni lievitate, la pasta brioche è sicuramente la più apprezzata: la sua grande versatilità permette la creazione di numerose ricette senza cambiare più di tanto gli ingredienti di base.

Il suo adattarsi a qualsiasi tipo di stampo o forma, ci consente di modellarla a nostro piacimento e il risultato è sempre impeccabile.

Oggi vi voglio parlare delle brioches a forma di cornetto, di panini rotondi e treccine, perfetti per la prima colazione o per un goloso spuntino.

INGREDIENTI per circa 20 brioche da 50 g oppure per 10 brioches da circa 120 g cadauna.

  • 250 g. di farina manitoba
  • 250 g. di farina 00
  • 150 ml. di latte tiepido
  • 100 g. di zucchero semolato
  • 1 vasetto di yogurt bianco (oppure altri 100 ml. di latte) a temperatura ambiente
  • 1 uovo medio a temperatura ambiente leggermente sbattuto
  • 50 ml. di olio di semi
  • 7 g. di lievito di birra in polvere 
  • se volete potete aromatizzare l’impasto aggiungendo della vanillina, una fialetta di  rum o scorze di agrumi grattugiate.

PROCEDIMENTO: io uso la planetaria, ma si può procedere anche a mano nella stessa maniera.

  1. Versate nella ciotola dell’impastatrice (munita di utensile a forma di gancio) entrambe le farine, lo zucchero e il lievito in polvere. Se li utilizzate, anche gli aromi. Azionatela a bassa velocità per mescolare le polveri.
  2. Aggiungete il latte a filo e aumentate leggermente la velocità.
  3. Aggiungete lo yogurt, l’uovo ed infine l’olio di semi.
  4. Fate lavorare l’impastatrice per circa 10 minuti o fino a quando l’impasto risulterà liscio, omogeneo, staccato dalle pareti della ciotola e attorcigliato al gancio.
  5. Staccate l’impasto dal gancio, create una palla e ponetela a lievitare in una ciotola infarinata coperta con la pellicola. Mettete la ciotola nel forno con la lucina accesa per circa 2 ore e mezza o fino a quando l’impasto non avrà triplicato il suo volume. (fig.9)
fig.1
fig. 2
fig. 3
fig.4
fig. 5
fig. 6
fig. 7
fig. 8
fig. 9

6. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro infarinato e dividetelo a metà (io l’ho pesato).

7. Con la prima metà create con il mattarello un rettangolo come quello in foto, tenendo conto che dovranno uscirci 9 o 10 brioche da circa 50/60 grammi cadauna. (fig. 10 e 11)

8. Praticate i triangoli con il coltello poi formate le brioches una alla volta iniziando incidendo la base del triangolo e avvolgendolo su sé stesso come nella figura.

9. Disponete le brioches nella teglia, copritela con un canovaccio e lasciatele lievitare per altri 40 minuti.

N.B. con la seconda metà dell’impasto potete decidere se fare ancora brioche a forma di cornetto, se formare delle treccine, oppure dei paninetti come nelle immagini. Il procedimento è sempre uguale a prescindere dalla forma delle brioches.

10. Allo scadere del tempo accendete il forno a 200° e mentre si scalda spennellate le vostre brioches con il tuorlo di un uovo sbattuto insieme ad  un goccino di latte. Se volete potete cospargerle con delle codette zuccherate. (fig. 15 e 16)

11. Infornate le brioches nel ripiano più basso del vostro forno e dopo 20/25 minuti di cottura fate la prova dello stecchino. Sfornate e lasciate raffreddare le brioches su una gratella. (fig. 17/18/19)

fig. 10
fig.11
fig.12
fig. 13
fig. 14
fig. 15
fig. 16
fig. 17
fig. 18
fig. 19

NOTE:

Queste brioches si mantengono morbide per 4/5 giorni se conservate adeguatamente in contenitori a chiusura ermetica. Se invece preferite consumarle con calma, ma al massimo della loro morbidezza, vi consiglio di congelarle e di estrarle dal congelatore la sera prima.

Per qualsiasi domanda, suggerimento o commento vi invito a scrivermi qui sotto oppure sulle mie pagine social: mi trovate su Facebook Golosinda e su Instagram come Golosinda.it

Arrivederci alla prossima ricetta! 😉 

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.